Ultimate Texas Hold’em, regole e guida al gioco

Sicuramente nei casinò live vi sarà capitato di vedere dei tavoli dedicati al gioco Ultimate Texas Hold’em. Volete imparare a giocare? È molto facile, si gioca contro il banco e si può decidere quando puntare nel corso della mano. Più si aspetta però e minore è la somma che si può puntare.

Ultimate Texas Hold'em

Se siete dei frequentatori dei casinò terrestri, sicuramente vi sarà capitato di passare davanti ad un tavolo di Ultimate Texas Hold’em. Si tratta di un gioco dove si gioca a poker texano contro il banco. Vi incuriosisce ma non conoscete bene le regole? Non c’è problema, ecco una guida per voi. Le regole di base sono molto semplici. Sappiate prima di tutto che ogni singola puntata può valere come minimo 5, 10 o 20 euro nei casino italiani. Assicuratevi di sedervi dunque con una posta di almeno dieci volte tanto per potervi divertire e giocare qualche mano.

Decidete voi quando puntare

La regola di base dell’Ultimate Texas Hold’em è che potete decidere voi quando preferite puntare. Più aspettate però e meno potrete puntare. Procediamo con ordine. Prima di tutto dovete piazzare sul tavolo le due puntate obbligatorie, che sono l’Ante e il Blind. Volendo si può scommettere anche sul Bonus o Trips. A questo punto vengono distribuite le due carte private ai giocatori al tavolo.

Ora potete decidere se volete puntare già preflop, prima cioè che il dealer giri carte sul tavolo. In caso di coppie o assi in mano ovviamente è il caso di farlo. Preflop potete scegliere se puntare 3 o 4 volte la vostra scommessa iniziale. Altrimenti potete decidere di fare check e allora si guardano le tre carte del flop…

Al flop potete decidere di puntare se non lo avete già fatto prima. Ora però la vostra eventuale puntata è obbligatoriamente di 2 volte la bet iniziale. Se decidete invece nuovamente di fare check, il dealer girerà insieme turn e river, le ultime due streets del board. Al river avete l’ultima possibilità di puntare.

Se puntate solo una volta giunti al river, la vostra bet sarà uguale per forza a quella di partenza. Altrimenti potete ancora una volta decidere di non puntare. In questo caso abbandonate il colpo cedendo al banco i soldi che avete messo all’inizio (sicuramente Ante e Blind).

Lo showdown e i bonus

Quando si arriva al river si mostrano le carte. Il banco ha bisogno di un punteggio minimo per qualificarsi. In caso di vittoria del banco, le tue scommesse vengono perdute. In caso di pareggio, i soldi restano sul tavolo. In caso di tua vittoria, vieni pagato 1:1. Ci sono però dei bonus interessanti ai quali badare…

Quando si fa almeno trips infatti si può ricevere un pagamento maggiore. Dovete fare molta attenzione alle tabelle per i punteggi riferiti alle voci Blind e Trips. I bonus del Blind iniziale partono dalla scala mentre quelli del Trips appunto dal tris. Il bonus massimo è per la scala reale che viene pagata a 500 dal bonus Blind e a 50 dal bonus Trips.

Consigli per l’Ultimate Texas Hold’em

Quando giocate a Ultimate Texas Hold’em, dovete sempre fare attenzione ai bonus, eventualmente anche ai jackpot del casinò. Se il vostro scopo è solo battere il banco, non dovrebbe risultarvi difficile se conoscete un po’ il poker texano. Per esempio nel preflop potete tranquillamente puntare chips se ricevete una mano come Q-7 o dal valore superiore. È detta infatti ‘computer hand’ e può bastare in heads-up per vincere.

Possono bastare anche un Kappa o un Asso. Se preferite potete andarci piano e guardarvi prima qualche carte del board. Come detto però dobbiamo pensare anche ai bonus. Per questo è meglio non limitarsi a scommettere su Ante e Blind inizialmente. Per chiudere, facciamo presente che ad un tavolo di Ultimate possono vincere anche tutti i concorrenti, se per esempio sul board c’è un bel poker o una scala colore… Ve lo auguriamo! Buon divertimento e buona fortuna.

Leave a comment