Lo Chemin de Fer: storia del gioco e le regole (5° parte)

Uno dei giochi più amati nei casinò, è senza dubbio lo Chemin de Fer. Partite leggendarie e curiosi aneddoti di un gioco che continua a richiamare l’attenzione degli appassionati. Non esiste un casinò al mondo, senza un tavolo per questo gioco.Lo Chemin de Fer ha conquistato ben presto l’Europa, ma è nei grandi casino statunitensi che arriva il successo definitivo. Nei primi anni trenta scoppia la mania dello Chemin de Fer e con essa anche la passione per tutte le sue varianti. Ma vediamo le principali regole.

Ulteriore svolgimento

Vi avevamo lasciato parlando di Brutal e Le Petit, Adesso proseguiamo con lo svolgimento del gioco, ripartendo dalla vincita della mano. Se a vincere la mano è il giocatore questi può ritirare la puntata mentre se a vincere è il Banco, questi può decidere se continuare a giocare mantenendo la posta in gioco che in questo caso viene raddoppiata o ritirarsi trattenendo la posta e passando il proprio turno. Se uno dei players intendesse puntare la stessa somma scommessa dal mazziere, dovrà dire ad alta voce “Banco!”. Qualora un player dovesse perdere per tre volte consecutive dopo aver dichiarato “Banco”, non potrà più effettuare nuovamente questo tipo di giocata. Il Banco ha anche una terza opzione che consiste nel dimezzare la posta, ma solo dopo la terza vincita ottenuta in modo consecutivo.Nel caso in cui chi ha in mano il Banco si ritiri – e lo può fare in qualunque momento – il Banco viene messo all’asta e se lo aggiudica uno degli altri giocatori.

Chemin de Fer

Fra fortuna e abilità

Nello Chemin de Fer indubbiamente il vantaggio detenuto dal Banco su tutti gli altri partecipanti al gioco è piuttosto limitato: si tratta dell’1,37 %, e la percentuale si abbassa ulteriormente in considerazione del fatto che i vari giocatori si succedono nella gestione del banco, ricoprendolo a turno.Un buon consiglio è quello di chiamare sempre la carta quando il punteggio ottenuto sommando le due carte iniziali è pari a zero: questo è un suggerimento da seguire, sia se si tiene il Banco che se si è giocatori. Peraltro, chi gioca può anche decidere di non muoversi secondo tattiche particolari, ma è conveniente chiedere la terza carta quando si è totalizzato un punteggio inferiore a 5.

Leave a comment